All’inizio un bicchiere di vino

Tra gli scarti dei banchi del mercato si trova sempre qualcosa di interessante.  Oggi ad esempio un cespo di radicchio. Si intonava pure al radicchio, quell’anello. Che poi mia moglie s’è tolto. Mi ci vorrebbe un bicchiere di vino.

Testaccia malata

Altra pinta, l’ennesima. Il pub ispira calore, mentre la tv proietta Scozia – Irlanda, valida per il sei nazioni di rugby. Tutti ridono, la Scozia vince e domina il prato verde dall’inizio della partita. Io no, io non domino niente.

dormiconme.com

Erano quasi due anni  che non avevo più una relazione stabile ed ero tornato a vivere da solo.
Sulle prime, dopo tanto tempo di condivisione  del letto, non ci feci caso, anzi sperimentavo con curiosità una situazione nuova, dormire da solo. Diciamo quasi nuova, era un po’ come tornare ragazzi.

Tutte le donne della mia vita

«Hey Richi, mi vai a prendere una bottiglietta di tè alla pesca al bar?», disse lei facendo gli occhi dolci. Io obbedii. Sono cotto di lei da quando l’ho conosciuta per la prima volta a scuola.

Una lasagna, un tributo al progresso!

Penso che dovrei muovermi di più, fare un po’ di sport. Qualcosa di non troppo impegnativo. Una cosa leggera che salvi le apparenze. Che se uno mi dice “ehi, se continui così finisce che ti prendi il diabete e l’Alzheimer”, io gli possa rispondere “guarda che mi muovo sempre, almeno 3 volte alla settimana.

Sì, oggi sto meglio. Non ci penso come ci pensavo fino a ieri. Ieri ci pensavo tanto, ma tanto sul serio. Ma così sul serio che quasi ci ripenso anche ora.