Il perfetto sconosciuto

Un giorno le era capitato di trovarsi in una strana viuzza. Anche se era nella sua città non le sembrava di riconoscerla. Nella via una signora bionda. Aveva delle movenze ipnotiche mentre con la mano sinistra portava alla bocca una sigaretta facendo lunghi tiri. Era fuori da un negozio.

Il primo giorno

Al San Camillo, al Padiglione Maroncelli, era piena di gioia. Sentiva che quello era il suo posto, il suo ruolo, la sua vocazione.
Frequentava il quarto anno di medicina all’Università Cattolica e superava brillantemente gli esami.

Conco-arti

La mia idea iniziale non volgeva al rimanere qui in concomitanza con un cane.
2030 d.C, annata ottima per chi è andata male l’annata scorsa, poiché è cambiato niente tranne il Capitan Conco, un americano