Il Pianeta delle Occasioni Perdute

Per acquistare il biglietto avevo impegnato tutti i miei risparmi, venduta la mia uovocasa a prezzo di ribasso e preparata l’esovaligia quantica ereditata da nonna. Destinazione del viaggio: il Pianeta delle Occasioni Perdute.

Lettera per la graduatoria nel Cielo

Caro Lorenzo,
mio straordinario e inseparabile amico, come va? Ti ho lasciato non molto tempo addietro un po’ acciaccato (quanto, boh… qui non si usa l’orologio); poi non ricordo più niente.  Spero comunque  ti stia riprendendo in fretta.

La poltrona verde

Anche oggi resti a casa?
Sì, non ho voglia di uscire.
Sì, ma stai diventando grasso. Dovresti andare a fare una passeggiata, una corsa, non so, qualcosa. Ti sta venendo la pancia.

Diversa dalle altre donne

Dal mio divano, 12 gennaio 1999

Cara Greta,

Sono giorni che penso a quello che mi hai lasciato e, a parte una enorme palla di peli e capelli sotto il divano, di te non rimane più nulla in questa casa.

Atti alcolici in luogo pubblico

Ok, nessun problema. Che ci vuole. Ci passo attraverso senza neanche guardare, io. Ora, non mi si vorrà mica dire che, solo perché ogni tanto mi è capitato – non spesso, e certamente solo in condizioni psicofisiche di forte stress – come dire,

Bolle d’aria

Al momento zero sarei potuto diventare qualsiasi parte del corpo umano. Un’incertezza, un ritardo, o per un preciso programma, sono diventato un polmone. Più corretto dire “siamo”, poiché ho un gemello, anche lui prigioniero come me in questa gabbia ossea.

Robinson Crusoe

Mr Robinson Crusoe
45 Victoria Road, London
Caro vecchio amico mio,
ti scrivo per spiegarti meglio quello che ci siamo detti velocemente per telefono.