Matteo Lolli: “Viviamo in una civiltà satura di violenza distruttiva e autodistruttiva”