Alessandro Leogrande: “La realtà è più romanzesca del romanzo: esistono dei personaggi estremi che sembrano inventati”