Augusto Monterroso: “l’aldilà? Niente di che”