Giuseppe Bonaviri: “La scrittura è un modo di essere”