L’incipit, la scrittura dei sensi e il pallone di cuoio che vola nella notte