Scrittura autobiografica 2 con Rossana Campo

Laboratorio condotto da: Rossana Campo

Continuiamo i nostri laboratori di scrittura autobiografica addentrandoci nei cinque sensi. Spesso immaginiamo che sentire e percepire intensamente possa disturbarci, possa essere troppo per noi, o portarci confusione, così andiamo avanti coi sensi anestetizzati, e lo sguardo perso dentro i nostri cellulari. Altre volte ci ritroviamo a dire ‘non so cosa provo’, ‘non capisco cosa sento di preciso’.  ‘Non sono sicura/o di quello che sento’.  Attraverso la scrittura autobiografica possiamo osservare e raccontare quello che ci succede, possiamo sperimentare emozioni e sensazioni anche molto intense senza essere trascinati via. La parola è energia e ha un potenziale creativo vastissimo, proviamo a entrare nei nostri sensi e nei mondi interiori con la scrittura: potrebbe succedere di trovare le parole giuste, quelle che riescono a dare un nome, una forma al nostro sentire. E quando troviamo le parole abbiamo la sensazione di essere nella nostra verità, di fare amicizia con noi stesse/i e con quelle parti randagie che ci portiamo dentro, abbandonate e nascoste al mondo. È una sensazione di integrità e di libertà. È la gioia di rimetterci al mondo da soli,  e di rinascere a modo nostro, questa volta dandoci il diritto di essere tutti interi.

Il laboratorio si tiene nella nuova sede di via Fonteiana 102. Il corso è a numero chiuso, con un massimo di 20 partecipanti.

Data Orario Stato Posti liberi
da Lunedì 1/04 ore 18-20 In partenza

Programma del laboratorio

1. Autofiction, allofiction, romanzo autobiografico, memoir… e se fossero solo delle definizioni chic da usare quando qualcuno ti chiede: A cosa stai lavorando? e non ti sembra abbastanza figo rispondere: Mah, sto scrivendo un’autobiografia…?

2. Patto autobiografico col lettore versus patto romanzesco. Quando in una storia l’autore, il narratore e il personaggio coincidono, siamo di fronte all’autobiografia. Quindi sto dicendo al mio lettore, alla mia lettrice che quello che ha davanti è tutta la verità, solo la verità e nient’altro che la verità. O forse no?

3. La tua vita è un romanzo, questo lo abbiamo capito. Devi però decidere se mi vuoi portare dentro un melò rosa stile Bridget Jones oppure nella cupa storia di un fattone stile William Burroughs o ancora in un conte philosophique che affronta i misteri della vita, della morte e dei costruttori delle piramidi azteche.

4. Qualunque sia il tipo di patto che hai intenzione di stringere col famigerato lettore, una cosa è certa: meglio non consegnargli uno zuccheroso santino di te stesso, e nemmeno farlo cadere addormentato per la quantità di informazioni inutili che gli stai propinando. Meglio anche evitare di esibire il tuo compiacimento per aver imparato a spaccare il capello in quattro, narrativamente parlando.

5. A proposito di un libro autobiografico di Philip Roth, I fatti, Autobiografia di un romanziere, un critico americano ha scritto: “Gli scrittori sono esseri terribilmente bugiardi, e mai come quando sono in vena di autobiografia”. Forse, a volte, bisogna imparare dal buon vecchio Philip R.

6. Quando sono con te, mi fai sentire come un insetto. Se Kafka ha scritto qualcosa di profondamente autobiografico immaginando se stesso come uno scarafaggio, perché non provare a parlare di noi immaginandoci come qualunque altra cosa di ripugnante ci venga in mente? Potrebbero aprirsi le porte della percezione.

7. Gli scrittori, come i venditori telefonici, possono diventare molesti e pericolosi quando cercano di venderti a tutti i costi un libro simpatico, o erotico, o intrigante nella speranza di essere letti.

8. Oh lettore, oh lettrice! Quello di cui ti voglio raccontare non è mica un romanzo, un’invenzione, una fiction, no, è la mia vita, è tutta la mia vita che metto nelle tue mani! Non scappare via lettore! Dove stai andando…

9. Il celebre filosofo Michel Foucalt scrive: “L’esperienza di sé che si fa nello scrivere la propria storia è un piacere che si trae da se stessi. Una strana e intensa felicità che prova chi è arrivato ad avere accesso a se stesso”. Ma noi ci siamo arrivati ad averlo, questo accesso a noi stessi?

10. La tua vita, a ben pensarci, forse non è altro che una quest, cioè la ricerca di un tesoro, del Sacro Graal, o giù di lì. Come quella di chiunque altro.



Il corso può essere acquistato online, in un'unica rata e in totale sicurezza, su questo sito, oppure, se preferisci, puoi rateizzare il prezzo e fare un bonifico bancario su Unicredit, agenzia 15 di Roma, via Giacinto Carini 58/b, 00152 Roma, codice Iban:
IT21P0200805031000400542750
BIC SWIFT: UNCRITM1015
(per i pagamenti dall'estero)
intestato a Omero srl, causale "N° rata Scrittura autobiografica 2"

Il pagamento si effettua in due rate:
- 200 euro al momento dell'iscrizione
- il saldo di 200 euro a metà corso (entro la quinta lezione).
C’è un numero chiuso di 20 partecipanti.

Iscriviti via email oppure chiamaci al numero 06.58331402 o al cellulare 349.469.52.83

Uditori
Ogni lezione del primo livello può essere seguita da un numero massimo di 5 uditori. L’uditore paga un biglietto di partecipazione di 15 euro a lezione. Ogni uditore può seguire massimo 4 incontri.



Il laboratorio si tiene nella nuova sede di Omero in via Fonteiana 102 (Monteverde), Roma.

Scrittura autobiografica 2 con Rossana Campo

Prezzo: € 400,00

IVA inclusa

Loading Updating cart...

Ratezzazione e altre modalità di acquisto alla voce Modalità di pagamento e contatti

LoadingAggiornamento in corso...