Autore

Vincenzo Colosimo

ha scritto

Match finale

Uno due tre sono i cazzotti in faccia a profusione a quel ciccione di merda che mi aveva rovesciato addosso il latte. Ehi stronzo, come ti sei permesso? Le scarpe nuove me le pulisci tu. Bam! Parte un calcio in bocca. Pezzo di merda non ti permettere mai più!

L’alcol, il fumo e la pistola

Salvatore era seduto sulla sua comoda poltrona di stoffa rossa nella sua enorme stanza. A una mano aveva un bicchiere di whisky invecchiato vent’anni all’altra una pistola carica. Salvatore portò il bicchiere mezzo pieno all’altezza degli occhi.

Maledetta canzone

Sto salendo sul palco del contest più seguito al mondo in Italia. Sono pronto a cantare. È la finale e mi batto senza ombra di dubbio con un altro cantante. Sono con la mia chitarra in mano.

Il ragazzo che non smette di piangere

Luca piange. Piange con gli occhi chiusi mentre viene poggiato con cura tra le braccia della madre. Luca muove dolcemente braccia e gambe. Fa su e giù, non sta fermo. Grida. La mamma inizia a coccolarlo, si addormenta. La madre lo bacia, lui quasi sorride nel sonno.

San Francesco e nonna Teresina

«San Francesco mio» scrive nonna Teresina «ti prego vienime a da’ una mano. Er cane mio so’ tre giorni che non mangia, gli uccelli da mezzogiorno alle quattro rompono le palle e er bue se rifiuta de tira’ l’aratro. Ti prego, aiutame. Sto alla fattoria, quella grossa, appena fori Ladispoli. Teresina».

Tutte le donne della mia vita

«Hey Richi, mi vai a prendere una bottiglietta di tè alla pesca al bar?», disse lei facendo gli occhi dolci. Io obbedii. Sono cotto di lei da quando l’ho conosciuta per la prima volta a scuola.

Gli Autori di MagO'

I corsi di Omero

I libri di Omero