Autore

Tommaso Chiarella

ha scritto

La mia prima volta

«… e che bocca grande che hai nonnina, sembra un forno!»
«È per mangiarti meglio, bambina mia!»
Non appena il lupo terminò la frase saltò fuori dal letto e inghiottì la piccola Cappuccetto Rosso con un solo boccone vorace. Una volta soddisfatta la sua ingordigia, si sdraiò con le mani sulla pancia e si addormentò beato.

Il sistema solare

Non li sopporto. Così falsi con quelle facce tristi costruite ad arte. I peggiori sono quelli che vogliono conoscere i dettagli per soddisfare la loro curiosità morbosa. Una folla di gente che conosco appena e che mi ha fissato tutto il tempo chiedendosi perché io non piangessi al funerale. Al diavolo tutti quanti.

Parapsicologia inversa

Gli unici fantasmi che mi spaventano sono quelli che appaiono nel bel mezzo di una chiacchierata tra amici, pronti a condirla con i loro brividi da quattro soldi. Che noia, soprattutto se poi si discute di case infestate.

Gli Autori di MagO'

I corsi di Omero

I libri di Omero