Autore

Pina Porchi

ha scritto

Il confine

Un’esplosione. Il corpo colpito. Il mio corpo lacerato. Mio fratello. Mio padre. Madrid. E tutta questa polvere. Pina Porchi dipinge un paesaggio rarefatto dal dolore e dalla sua sopportazione.

Iside

Aveva iniziato a sentirlo nel giorno del suo compleanno.
Quella mattina, i capelli crespi le erano stati pettinati, divisi in migliaia di ciocche sottilissime, trattati con oli che avevano un sentore di latte e di erba bagnata, infine intrecciati fin sotto alla nuca, aderenti alla pelle.

Il dubbio

La goccia d’acqua sale i gradini della scala. Il liquido si deforma, si inarca e poi si rompe in quattro, sei, otto punte traslucide. Fattasi ragno, la goccia si arrampica, si nutre della polvere che la intralcia, si ingrossa della sporcizia del giorno passato senza cambiare colore.

Gli Autori di MagO'

I corsi di Omero

I libri di Omero