Autore

Nicola Vallo

ha scritto

È tardi! è tardi! è tardi!

E’ stata mia sorella di ritorno a Roma a portarmelo una sera in casa. E’ accaduto la settimana successiva a Pasqua, io ero ancora malato per una brutta influenza che mi ero preso qualche giorno prima e che aveva mandato in malora le mie vacanze.

Un sobrio congedo

Era ormai tutta la mattina che, sdraiato nel letto, fissavo il vuoto. Non un muscolo si era mosso e il cuore mi risuonava torbido nel petto. Poi di all’improvviso mi misi a sedere; ogni cosa era stata decisa, era stato definito ogni minimo dettaglio.

La prima volta

Mi fissava con aria desolata con quegli occhi grandi perennemente truccati. Pensai che Ken le fosse venuto a noia, oppure che fosse stanca di avere i segni del centrino sotto al sedere. Sono quasi certo che quando l’ho sollevata abbia fatto un sospiro di sollievo, Barbie bionda deliziosa.

Gli Autori di MagO'

I corsi di Omero

I libri di Omero