Autore

Michaela Diotallevi

ha scritto

I veji

Non sapevo come dirlo. Non esistevano le parole giuste. Poi sono cadute così, una dietro l’altra. Michaela Diotallevi verseggia in grammelot le profonde emozioni di un vecchio.

Il botto

Odio questa vita. Odio chi mi ha messa in questa situazione. Odio il tragitto per raggiungerlo. Odio, odio, odio e, forse, anche amo. Michaela Diotallevi si lascia andare a un flusso di coscienza tra carcere e libertà.

Il giudice Lombardi

Il giudice Lombardi era seduto comodamente dietro la sua scrivania, intento a terminare un’ultima e-mail. Le dita si muovevano veloci sulla tastiera, davano corpo ai suoi pensieri che scorrevano fluidi, seguendo la logica del codice civile.

Odore di albicocche

Era piegata su sé stessa, le braccia tenevano strette le ginocchia al petto, la testa poggiata su di esse. Alzò il viso e una goccia di sangue cadde sul pavimento bianco; una goccia solida, di un rosso intenso.

Gli Autori di MagO'

I corsi di Omero

I libri di Omero