Autore

Maurizio Bongiorno e Gino Falorni

ha scritto

Guarda in alto

Guarda in alto, mi diceva mio padre ogni volta che passeggiavamo per i vicoli di Trastevere. E io lo facevo.

I vagabondi

C’è una faccia di Roma che quando fai il tassista impari a conoscere bene. In realtà la conoscono tutti, solo che si fa finta che

Di’ che te manna Ferruccio

Spaghetti cacio e pepe nun se battono. C’è un posto a piazza Mazzini che si chiama esattamente così.

Luneur

A semaforo rosso un ragazzo vestito strano attraversa rapido e si ferma al centro della strada.

Che nottata

Tre del mattino, quasi. Per questa notte può andar bene così. C’ho una stanchezza addosso che la metà basterebbe.

Verso Ostia

– Tassina’! Fra quattro mesi faccio l’anni. Che dici je la famo a arriva’ a Ostia pe’ quer giorno? Ho appena superato piazza 25 Marzo 1957 e…

Lilly, Proust e gli anni ‘70

Proust diceva che quando addentava uno di quei biscotti a forma di conchiglia gli tornavano in mente i giorni dell’infanzia. Pensa che rottura, mi sono sempre detto, manco un…

Turno di notte

Fuori è buio già da un po’. Lampioni, fari delle auto, finestre dei palazzi. È una giostra di luci che sembra un circo.

Gli Autori di MagO'

I corsi di Omero

I libri di Omero