Autore

Luigi Michetti

ha scritto

Psichedelica

Le sei di mattina. L’alba di un nuovo anno, da un paese della Sabina. Ero salito sul campanile dall’esterno, arrampicandomi di pietra in pietra, e ho fatto suonare la campana con le mani. Come per segnare la fine di qualcosa e l’inizio di qualcos’altro.

Cascate

La vista veloce delle cascate di Tivoli da un treno in corsa, da piccolo mio padre spaventandomi minacciava di mandarmi lì ai Discoli proprio dietro le cascate che stanno sempre lì, mi pare di vedere anche delle pecore come gli anni della mia vita che passando pure hanno lasciato qualcosa

Suono liquido

Ruggero era rimasto lì, davanti al telefono per più di un’ora, dopo che Marta aveva riagganciato. Aveva ancora bisogno di parlarle. Ora finalmente avrebbe potuto dirle che non poteva fare a meno di lei, che senza di lei non viveva, che i suoi occhi, i suoi capelli, il suo modo di camminare erano immagini della sua vita, dei suoi sogni, di ogni suo istante, qualunque esso fosse.

Gli Autori di MagO'

I corsi di Omero

I libri di Omero