Autore

Giulia Galvani

ha scritto

L’acquario

Sentivo il cuore martellarmi nel petto così velocemente da rimbombare in tutto il corpo, raggiungendo ogni angolo. Intorno a me era tutto buio e io aspettavo seduta a terra, ferma.

Una sottile fetta di limone

È fine giugno. Tira un leggero venticello, si sta bene. È sera e, come ogni sera di fine giugno, mi trovo in giardino. Nel grande, immenso giardino della casa al lago. Visto che mi sto annoiando, seduta da sola sulla sedia a sdraio a fissare la luna, penso.

La crepa sul muro

Per tutto il tempo del viaggio in auto cercai di non pensare a quello che mi aspettava. Era una cosa che mi toccava, nessuna via d’uscita. Dovevo solo affrontare la questione e poi avrei continuato ad andata avanti con la mia vita.

Gli Autori di MagO'

I corsi di Omero

I libri di Omero