Autore

Giorgia Catapano

ha scritto

Marlene Dumas tra sorte e destino

“Guardare le immagini non ci porta alla verità, ma ci induce in tentazione. Ora che sappiamo che le immagini possono assumere qualsiasi significato venga loro attribuito da chiunque…

Angeli mascherati: George Whitman

Erano giorni in cui avevo il futuro davanti a me. Camminavo per Parigi accanto al mio Maestro di allora, con la testa innamorata di tutta la bellezza che per la prima volta vedevo e sentivo.

Parigi, arte e freddo

I parigini, sì, sono eleganti. Semplici ed essenziali, sportivi all’apparenza ma con un tocco di classe che li contraddistingue. Una sciarpa leggera, un fermaglio, un cappottino morbido, una naturalezza nella…

Robin Robertson: Esitazioni

Avevo parcheggiato. Ma non potevo uscire. Chiusa in macchina, ho alzato il volume della radio. Era tardi, ero in ritardo ma non potevo andare. Ero intrappolata nell’ascolto.

Obama, Doris Lessing e la Pop Political Art

Non molto tempo fa leggevo sul Corsera un’intervista a Doris Lessing, scrittrice sublime (chiunque ami la scrittura legga il suo capolavoro, Il Taccuino d’oro).

Alessandro Langiu: “Di fabbrica si muore”

Puglia. Regione presa d’assalto da turisti. Orecchiette. Mare limpido. Mare ovunque. Ma anche trulli, terra rossa, terra piatta. Collinette. Ulivi. Viti. Querce. Mandorli. Mozzarelle, burrate, pesce. Storia.

Fitter Happier e strani impulsi

Perché l’ho fatto? Ero alla Feltrinelli, vagando nel reparto dei dischi. Mi piace di più vagare tra i dischi che tra i libri ultimamente. Perché? In libreria vado a colpo sicuro, ormai.

Tom Harrell e Dado Moroni: Humanity in musica

La sala si riempie piano piano, fino a diventare compressa di gente. Le sedie sono scomode, il cappotto bisogna tenerlo sulle gambe e la borsa sotto la sedia. Sembra di stare seduti in aereo.

Lo spazio di Lucio Fontana

Io sono uno scultore e non un ceramista. Non ho mai girato al tornio un piatto né dipinto un vaso: ho in uggia merletti e sfumature (…

Goodbye, mister Peterson

La prima volta che ho sentito le sue note è stato in un film. In una scena divertentissima. In Provaci ancora, Sam, con un Woody Allen in versione macchietta sofisticata.

Cose di casa

Marmi color avorio. Illuminazione soffusa. Teche di vetro, pannelli con spiegazioni in italiano e in inglese. Un acronimo. Non manca niente della moderna concezione museale.

Gli Autori di MagO'

I corsi di Omero

I libri di Omero