Autore

Elisa Carrara

ha scritto

Cosa rimane di un padre

Cosa rimane di un uomo dopo la sua morte? I ricordi, forse. O meglio gli oggetti e le cose che ci ricordano quella persona.

Perché i bambini devono ubbidire?

A rispondere a questa domanda ci aveva provato François Truffaut quando, nel 1959 decise di raccontare la storia di un bambino nel film “I 400 colpi”.

Guida all’infelicità

Essere infelici è un’arte. Un’arte che pratichiamo benissimo da molti anni e nella quale tutti sembriamo voler eccellere. Almeno secondo Paul Watzlawick, che nel suo “Istruzioni per rendersi infelici”…

Essere una donna secondo Caitlin Moran

Caitlin Moran, scrittrice e giornalista inglese, è sicura che essere una donna del XXI secolo sia fantastico: niente più lotte per il diritto di voto, niente più suffragette arrabbiate, né…

Apologia dei baffi

“La vita è una guerra totale, amico mio, e nessuno ha il diritto di fare l’obiettore di coscienza” diceva il saggio Moustache del capolavoro di Billy Wilder “Irma la dolce”

La donna perfetta

Scoraggiarsi dopo la fine di una relazione è normale, così come pensare che la donna giusta, l’anima gemella, l’altra metà della mela non esista.

L’inganno degli oggetti

“Ceci n’est pas une pipe” (Questa non è una pipa) ammoniva René Magritte nella sua opera più celebre “La trahison des images” (Il tradimento delle immagini).

Pedalando: storia della Francia in bicicletta

La Petite Reine (la piccola regina): è questo il soprannome con cui i cugini d’oltralpe chiamano la bicicletta. Piccola, economica e in grado di raggiungere velocità inimmaginabili…

Quiet

Che a scrivere un libro sulla timidezza sia un ex avvocato di Wall Street potrebbe sembrare già di per sé un fatto curioso. Ma se aggiungessimo…

The Refusal of Time di William Kentridge

Se il Novecento si è interrogato sul tempo, comprimendolo e dilatandolo all’infinito, il XXI secolo sembra voler risolvere il conflitto temporale, dominandolo o addirittura negandolo.

Docusound: il racconto audio della realtà

E’ sempre difficile raccontare una storia: bisogna saper osservare il mondo, intuire cosa nascondono un luogo, un gesto, una parola; avvicinarsi alla realtà in punta di piedi  e poi, fare una scelta.

I miei flop preferiti di Hans Magnus Enzensbeger

“Il successo” diceva Winston Churchill “è l’abilità di passare da un fallimento all’altro senza perdere l’entusiasmo”. Secondo Hans Magnus Enzensbeger, scrittore e saggista tedesco, non bisogna temere i fallimenti

Bellezza fatale

Una borsa firmata non è un innocuo accessorio da sfoggiare nelle occasioni mondane; lo spot di un profumo non è il connubio perfetto tra arte e commercio; le serie…

Elogio della vulnerabilità

Difficile credere che in un’epoca di crisi globale come quella che stiamo attraversando, qualcuno decida di scrivere un libro sulla vulnerabilità, o meglio sulla sua importanza all’interno della società.

I Corpi di Lauren Greenfield

“Io non possiedo che il mio corpo”, diceva Jean Paul Sartre: e niente sembrava essere così liberatorio, perché non avere nulla significa essere liberi.

Il documentario: Life in Transit

Nel 1950 solo il 30% della popolazione mondiale viveva in città: nel 2008, per la prima volta nella storia, più della metà abita in un ambiente urbano.

Default: the Student Loan Documentary

Sognare di diventare avvocato, chiedere un prestito per iscriversi alla facoltà di legge e ritrovarsi, alla fine del corso, ad avere quasi 100.000 dollari di debiti.

Il documentario: Fast Talk

Parlare fino a restare senza fiato, esprimere le proprie idee così velocemente tanto da impedire a chi ascolta di seguire il discorso.

Il documentario: Jobs for rent

Katherine, Heather e Josh: una dipendente del colosso americano Starbucks, un avvocato e un artista. Hanno dai 26 ai 28 anni, sono cresciuti ascoltando la musica di Mtv…

Il documentario: Darwin. Viaggio alla fine del mondo.

Death Valley, California: tra le dune e le rocce più suggestive d’America, 35 persone vivono isolate dalla società, in una piccola comunità autogestita, senza governo, chiese, scuole, lavoro e tantomeno bambini.

Il Film: Illégal

Ci sono luoghi dove l’umanità sembra non esistere, dove le persone rimangono sospese tra l’essere e il non essere e dove solo la legge decide cosa sei e cosa non sei.

Il documentario: This way of life

Raccontare una storia sulla libertà è sempre difficile: bisogna avere il coraggio di staccarsi dalla propria vita, piena di abitudini, certezze e regole, per tuffarsi in un mondo completamente diverso, apparentemente sbagliato.

Il documentario: Louder than a bomb

Nova, metà afro-americana e metà indiana, è una brillante studentessa della Oak Park/River Forest High School: è abituata a trascorrere le giornate tra libri, volontariato e aiuto in casa.

Femminismo, ultimo atto

Prima delle veline e delle letterine, prima che il corpo delle donne venisse usato e abusato in tutte le sue forme, c’era il Riot Grrrl, l’ultimo movimento femminista in grado di mostrare corpo e cervello.

Gli Autori di MagO'

I corsi di Omero

I libri di Omero