Autore

Barbara Benassi

ha scritto

L’imbarco

Arrivai al molo con i mezzi pubblici, non avevo abbastanza soldi per permettermi un taxi. Avevo chiesto informazioni a un autista in piazza Salazar e lui mi aveva indicato il tram 21 che partiva ogni dieci minuti per raggiungere il Molo Brin, quello per le barche a vela al di sotto dei 20 metri.

Ariela

Ancora oggi ne parlano, lo so.
Quando dalla sala d’aspetto dell’ospedale udii l’urlo dell’ostetrica, capii che era nata mia figlia. Silvana, mia moglie, l’aveva vista in sogno e già sapevamo che non doveva trattarsi di una creatura di questo mondo.

Teté

Con un colpo di scopa secco riusciva a far entrare tutta la polvere dentro la paletta che teneva salda e ben piantata nel pavimento. Si muoveva a suo agio fra quelle mura spesse, come se non se ne fosse mai andata.

Gli Autori di MagO'

I corsi di Omero

I libri di Omero