Autore

Aspasia Formichetti

ha scritto

Prendere per mano le farfalle

Nella sua stanza Johnny stava facendo un disegno. Per mamma e papà c’era scritto sopra. Tre pupazzetti si tenevano per mano sulla riva dell’Huri-Rud. Lui si era ritratto vicino alla mamma, perché lei era più buona e non gli faceva paura.

Accirere è ‘na strunzata

Aspetto. Sono le sei del mattino. Fa freddo. La brina scolorisce l’asfalto. In piedi da sei ore su una cassetta di frutta sorveglio 200 cilindretti di eroina. Davanti agli occhi niente. Solo una feritoia dalla quale, col fiato sospeso, spio l’arrivo dei clienti o degli sbirri.

Sia lodato l’Altissimo

Come se fosse un granello di sabbia, anche il dramma inizia con un gesto innocente. Poi il granello di sabbia diventa tanti granelli di sabbia e i granelli diventano pietre. A questo pensava Azziz Chalal, commerciante di datteri, mentre in piedi su uno sgabello legava con cura a una trave del soffitto una corda di quelle che si usano per imballare il fieno.

Gli Autori di MagO'

I corsi di Omero

I libri di Omero