Autore

Anton Giulio Calenda

ha scritto

Jas

È spigolosa questa realtà, molto più delle mie borchie. Ancora più della mia libertà. Ma io me ne fotto. E scivolo ghignando tra le sue intercapedini. Anton Giulio Calenda indaga il sapore dell’asfalto.

I Giovanni

Quando Giovanni è nato, il Giovanni sé stesso lo ha allevato, gli ha dato il latte e i consigli necessari per avere un buon futuro. Anton Giulio Calenda rotola fiduciosamente di generazione in generazione.

Nel tempo

Amo le tue ossa quando scricchiolano. Il modo in cui sollevi gli occhi dal libro che stai leggendo mentre io continuo a parlare. La gioventù nei tuoi occhi. Anton Giulio Calenda si mette in ascolto dei segreti di un amore.

Lascito

Una bracciata. Ancora una. Poi un’altra. Sto arrivando, verità, anche se vorrei tornare indietro. E dormire. Anton Giulio Calenda indaga l’esistenza di un uomo che ce l’ha fatta.

Scene e scenate

Caro Ale,
ti scrivo poiché desidero esprimere tutta la mia soddisfazione per come le prove stanno procedendo in questi primi giorni di allestimento. Purtroppo il dovere ha esatto una partenza precoce da parte mia. Voglio tuttavia scriverti un paio di umili annotazioni in merito al lavoro visto. 

Gin freddo


Ho ventun anni. Sono alto, muscoloso e ho i capelli biondi. È estate. Mi imbarco su una nave da crociera. Con i soldi di mio padre.

8 minuti e 36 secondi

Prima che il mondo cessi di esistere ti restano la bellezza di 8 minuti e 36 secondi. Poi tutto diventerà oscuro. Da quando ho/abbiamo cominciato a parlare sono già trascorsi 9 secondi. No scusa, 10… Eh eh… Non è buffo di come passa il tempo?

Gli Autori di MagO'

I corsi di Omero

I libri di Omero