Autore

Angela Marrongelli

ha scritto

Il bianco si sporca solo a guardarlo

Ricordo bene perché quella sera, sfidando la paura del buio, entrai lì dentro.
Mi ero lavata le mani due volte prima di spingere la maniglia della camera da letto di mia zia, accendere la luce e avvicinarmi al letto.

L’attesa

La sala della tavola calda è fredda e la donna non ha tolto né il cappotto né il cappello. È seduta a un tavolo rotondo, in legno scuro, con sopra un piano bianchissimo. Non capisco bene se è marmo o se tutto quel bianco è il frutto di tinteggiature approssimative, come spesso si fa sui vecchi tavoli.

Come un giro di danza

Quando Cecilia spinse la porta a vetri che le avevano indicato si trovò davanti un lungo corridoio. Il parquet emise rumori sproporzionati sotto i suoi passi. Era una ragazza leggera, con poca massa muscolare e provocare quel suono così scuro la agitò.

I poeti sognano gli odori

L’appuntamento è alle sedici, ho ancora tempo per cercare un parcheggio. E ne è passato davvero molto dall’ultima volta che ho messo piede in questa parte di città.

Gli Autori di MagO'

I corsi di Omero

I libri di Omero