Autore

Angela Bianchi

ha scritto

Ricordati di me

Sono solo le cinque di un pomeriggio d’estate ma il cielo è talmente nero da far pensare che sia notte, notte inoltrata. Il vento soffia con una forza tale da spingere i rami degli alberi a piegarsi alla sua volontà mentre la pioggia cade con irruenza e ogni goccia batte sul vetro con violenza quasi a voler sembrare che anch’esse vogliano entrare qui dentro, come se volessero fuggire da ciò che sta accadendo lì fuori.

Lexotan o vino?

Non so se sto facendo la cosa giusta o quella sbagliata, mi sono ritrovata in questa situazione senza neanche volerlo o forse sì ma ormai a chi importa quanta consapevolezza ho usato ma forse a me dovrebbe importare visto che si tratta del mio futuro e della mia vita specialmente su come riuscirò a mantenermi da domani perché tanto è tutta una questione di soldi su come dover lavorare per pagare le bollette il mutuo della casa il bollo.

Gli Autori di MagO'

I corsi di Omero

I libri di Omero