Condividi su facebook
Condividi su twitter

Racconto con pretese sperimentali

di

Data

Illustrazione di Agrin Amedì
Ragazzo in attesa al tavolo di un ristorante. Ingresso trafelato di ragazza attesa che prende posto allo stesso tavolo. Frasi di circostanza della ragazza sul cospicuo ritardo. Sorriso impacciato del ragazzo per dissimulare accoglimento nervoso delle scuse seguito da sorriso sottintendente ricompensa da parte della ragazza… Alessio Petrolino si sperimenta in una fredda-intensa composizione drammaturgica.

Ragazzo in attesa al tavolo di un ristorante. Ingresso trafelato di ragazza attesa che prende posto allo stesso tavolo. Frasi di circostanza della ragazza sul cospicuo ritardo. Sorriso impacciato del ragazzo per dissimulare accoglimento nervoso delle scuse seguito da sorriso sottintendente ricompensa da parte della ragazza. Annuncio della stessa sulla quantità notevole di appetito. Risata del ragazzo funzionale ristabilire un clima piacevole. Esame del menu. Selezione ad alta voce delle pietanze da parte della ragazza con richiesta esplicita di consigli sulla qualità degli alimenti. Reazione orgogliosa del ragazzo con conseguente esposizione del proprio parere. Elusione dei consigli e scelta di altri piatti non citati da parte della ragazza. Sorriso del ragazzo speranzoso in conclusione favorevole della serata. Silenzio nervoso con attesa di esternazione da parte di entrambi. Esposizione da parte del ragazzo di episodio di vita vissuta atto a provocare ilarità o coinvolgimento emotivo. Reazione neutra da parte della ragazza con evidente fraintendimento del valore comico o tragico dell’avvenimento. Tentativo di spiegazione dettagliata da parte del ragazzo per provocare la reazione prevista nella ragazza. Altra reazione neutra della ragazza con movimento nervoso delle dita sul tavolo. Conseguente declassamento dell’aneddoto ad avvenimento di poca importanza. Risata fragorosa della ragazza con identica reazione del ragazzo. Arrivo provvidenziale degli antipasti. Reazione stupita e subito dissimulata del ragazzo sulla voracità della ragazza. Frasi inintelligibili di gradimento del cibo da parte della stessa, proferite a bocca piena. Emulazione dello stesso comportamento da parte del ragazzo con reazione stranita della ragazza. Simulazione di tosse per giustificare comportamento precedentemente ritenuto corretto ma evidentemente esclusivo della ragazza. Racconto di aneddoto riguardante situazione simile da parte della ragazza. Risata eccessivamente prolungata del ragazzo a fine racconto. Valutazione molto positiva sull’umorismo della stessa da parte del ragazzo. Conferma compiaciuta della propria verve umoristica da parte della ragazza. Timido accenno del ragazzo sulle evidentissime qualità fisiche della ragazza, colto dalla stessa con finta modestia. Evidenziazione della genuinità delle forme e del mantenimento della forma fisica con accenni alla routine ginnica giornaliera da parte della ragazza. Elogio della costanza nell’allenamento da parte del ragazzo. Deprezzamento strategico degli elogi con richiesta implicita di un maggior numero di complimenti. Intrusione per rimozione piatti del cameriere con indiscreta esplorazione visiva del décolleté della ragazza. Sorriso malizioso della stessa rivolto al cameriere per sottolineare gradimento dell’attenzione. Sguardo di sfida del ragazzo sostenuto con derisione da parte del cameriere. Elogio ad alta voce del proprio status lavorativo con il duplice scopo di impressionare la ragazza e sminuire il cameriere. Elenco da parte della ragazza di un imprecisato numero di ex fidanzati svolgenti la stessa attività lavorativa del ragazzo. Risata in lontananza del cameriere. Invenzione di mansione lavorativa altamente specializzata da parte del ragazzo nel tentativo di recuperare terreno. Ammirata richiesta di maggiori dettagli dalla ragazza. Rapida costruzione di attività mascoline atte a portare a termine la mansione lavorativa da parte del ragazzo. Sguardo di velata incredulità da parte della ragazza con conseguente dubbio sulle qualità maschili del ragazzo. Sorriso di scherno da parte del cameriere mentre posiziona altre portate sul tavolo. Rilevazione differenza di quantità di cibo nei piatti a favore della ragazza. Riscontro eccessiva piccantezza con conseguente dissimulazione da parte del ragazzo. Accettazione aggiunta di condimento piccante da parte dalla ragazza giustificata da origini calabresi della stessa con implicito uso della resistenza al piccante come indicatore di mascolinità. Rimozione temporanea del senso del gusto nel cavo orale del ragazzo con urgente ingestione di panificato e bevanda nel tentativo di ripristinare sensi compromessi. Amara constatazione dell’ottima padronanza della ragazza nella gestione dell’alcol. Tentativi di portare la discussione su un terreno comune. Rilevazione da parte del ragazzo della propria carenza culturale in ambito astrologico. Elogio delle caratteristiche del proprio segno zodiacale con aggiunta di dettagli sulle caratteristiche uniche del proprio segno da parte della ragazza. Conseguente analisi delle caratteristiche negative del segno del ragazzo ed evidenziazione incompatibilità astrologica. Prospettive negative sulla effettiva chiusura della serata con esito favorevole per il ragazzo. Ennesimo sguardo di intesa tra ragazza e cameriere durante la rimozione dei piatti vuoti. Silenzio prolungato senza possibilità di interloquire per continui interventi del cameriere con contemporaneo scambio di sguardi con la ragazza. Ammissione mentale del fallimento nella ricerca di esito positivo della serata da parte del ragazzo. Annuncio utilizzo dei servizi igienici da parte della ragazza. Attesa prolungata del ritorno della stessa. Constatazione contemporanea assenza cameriere nello stesso lasso di tempo. Ritorno della ragazza visibilmente più rilassata e ricomparsa cameriere con ampio sorriso e patta dei pantaloni aperta. Richiesta conto. Silenzio della ragazza all’enunciazione della cifra. Estrazione contante e saldo da parte del ragazzo. Uscita dal locale e imbarazzato veloce commiato con promessa evidentemente senza fondamento di un incontro successivo da parte della ragazza. Allontanamento verso la vettura da parte del ragazzo e constatazione del ritorno della ragazza all’interno del locale. Sfogo di rabbia su arredo urbano con conseguente danno biologico su terza e quarta falange mano destra. Emissione di profanità fantasiose.

Ultime
Pubblicazioni

I racconti di Omero

Tacchi

I racconti di Omero

Nikka

I racconti di Omero

Intera

Sfoglia
MagO'