Condividi su facebook
Condividi su twitter

Esercizio di immedesimazione

di

Data

Come raccontare l’enfasi, la palpitazione improvvisa, l’incrinatura dell’umore? A quali parole o perifrasi ricorrere? Quali sono i gesti più appropriati per muove il dolore tra le mani, sporcando le righe, cambiando foglio?

Come raccontare l’enfasi, la palpitazione improvvisa, l’incrinatura dell’umore? A quali parole o perifrasi ricorrere? Quali sono i gesti più appropriati per muovere il dolore tra le mani, sporcando le righe, cambiando foglio? Siamo noi a scrivere la storia o è il nostro personaggio a scompaginare le trame di una narrazione? C’è qualcosa che manca? Cosa ancora non ha nome?

 

Questa settimana i nostri allievi ricompongono le parole mancanti…

Dove sono finite le levette? Quali levette? Quelle che sono sparite dal tuo manubrio. Dove sono le levette, Valeria? Dove sono finite? Flaminia Chizzola ruota in una storia tra l’inizio e la fine di un anno.

Il click evidente di un accordo riuscito. La sequenza da battere. L’isolamento da cui uscire. Marta Di Nicola si mette in ascolto di un suono che ha qualcosa da rivelare.

Non era una mappa da trovare, era una mappa che si andava costruendo. E quando aprì il pesante portone… Alessandro Bottone indaga i percorsi del timore.

La luce si dirada, non lo vedi? È il tramonto o una nuova alba? Manca poco ormai. Riccardo Scafati illumina una piega del tempo.

Formiche, formiche, formiche. Ancora dannate formiche. Formiche. Federica Bracarda ruzzola tra gioco e dannazione.

© Testata giornalistica n. 99 registrata presso il Tribunale di Roma il 24/03/2005 – MagO’
Sede legale: Omero srl Largo della Gancia 5, 00195 Roma – CF. 06823371007

Ultime
Pubblicazioni

Sfoglia
MagO'