Condividi su facebook
Condividi su twitter

Passaggi e paesaggi

di

Data

Quello che può accadere su un tram in movimento...

Quello che può accadere su un tram in movimento
nello scorrere lento di angoli
palazzi
animali
nel susseguirsi di voci
stagioni
sudori
nell’incessante attesa che precede l’arrivo
è scoprire che nulla è cambiato
e che noi
come uno zero moltiplicato
diviso, sommato o sottratto,
tenacemente esistiamo. Scriviamo.

 

Reggono botta all’alternarsi delle nuove stagioni i nostri allievi, con le loro nuove storie…

Siamo come la tua giacca, papà. Lo capisco solo ora indossandola davanti a uno specchio che mi restituisce una vita intera. Raoul Vandenbulcke rivela l’entità di un rapporto da bottone a bottone.

È troppo buono, dicono. La bontà porta alla rovina, pensano. Ma la bontà è l’arma migliore che ci sia, dimenticano. Veronica Santoro ripercorre la storia di una vita famigliare dalle origini all’attesa di un futuro nuovo.

Odio questa vita. Odio chi mi ha messa in questa situazione. Odio il tragitto per raggiungerlo. Odio, odio, odio e, forse, anche amo. Michaela Diotallevi si lascia andare a un flusso di coscienza tra carcere e libertà.

Cos’è l’arte, mi chiedo. Questo cartone con cui ho imparato a proteggermi dal freddo? Gli occhi inconsapevoli di chi mi guarda e non mi dà per vinto? Il fruscio delle foglie sopra la mia testa? Cos’è, cos’è, cos’è? Flaminia Cordani mette in scena la solidità di un’idea.

Dio mio, quanti animali girano per la mia testa e intorno a me? Tutte specie sconosciute, irriverenti, divertenti e irritanti. Non li vedete anche voi? Ersilia Crisci dà vita a un animalario variegato.

© Testata giornalistica n. 99 registrata presso il Tribunale di Roma il 24/03/2005 – MagO’
Sede legale: Omero srl Largo della Gancia 5, 00195 Roma – CF. 06823371007

Ultime
Pubblicazioni

Sfoglia
MagO'