Condividi su facebook
Condividi su twitter

Cosa abbiamo imparato

di

Data

Cosa abbiamo imparato dal mondo che ci circonda? A volare come gli uccelli o a nuotare come i pesci ma a non essere fratelli, come diceva qualcuno? Non ne sono sicura.

Cosa abbiamo imparato dal mondo che ci circonda? A volare come gli uccelli o a nuotare come i pesci ma a non essere fratelli, come diceva qualcuno? Non ne sono sicura. Abbiamo imparato a scrivere come i ragni o a scivolare come le gambe di un bambino in un parco giochi tanto atteso? Chissà. Abbiamo imparato a non copiare dal compagno di banco perché “sentiamo” che la nostra riuscita dipenderà solo da noi stessi? Tanti adulti non lo facevano da bambini ma lo fanno oggi. Abbiamo imparato che bisogna insistere anche quando i risultati tardano ad arrivare? Molti attendono un risultato nell’arco di una settimana.
Allora, cosa abbiamo imparato? Cosa sappiamo? Quanto siamo presuntuosi? E cosa possiamo raccontare agli altri se non lo intuiamo neanche noi stessi?

 

Questa settimana i nostri allievi danno voce a esistenze cristalline, senza tanti giri di parole…

Uvetta uvetta uvetta, che ci fai tu qui ai Parioli? Dimmi, com’è l’aria lassù? E com’è il gusto tuo? Fabrizio Fraleoni riacciuffa con ironia e concretezza una vecchia favola.

In Sicilia i miei parenti mi chiamano “strunzu nivuro”, in Sardegna “cagallone”. A me non piacciono questi nomi, non li capisco. Ma capisco bene tante altre cose. Maria Grazia Scalas dà voce a una ragazzina tosta e trasognata.

Caro il mio vicino, come stai? È da un po’ che non ci vediamo. Già, ho cambiato casa. Ma è giunto finalmente il momento di scriverti queste mie considerazioni. Gregorio Critelli avvia una comunicazione divertente e inaspettata.

Non guardarmi con quei tuoi occhi belli bellissimi, mamma. Non lo fare. Io non posso. Io non lo devo fare. Eleonora Gironi Carnevale affronta a mani nude una storia tagliente.

Continui a disegnare parole nell’aria da quando hai smesso di parlarmi. Ma ascolta, ti prego, ascolta questa musica. Alessandro Bottone dà a una vecchia canzone un senso nuovo.

© Testata giornalistica n. 99 registrata presso il Tribunale di Roma il 24/03/2005 – MagO’
Sede legale: Omero srl Largo della Gancia 5, 00195 Roma – CF. 06823371007

Ultime
Pubblicazioni

Sfoglia
MagO'