Condividi su facebook
Condividi su twitter

Anagrammi assolati

di

Data

Mare. Sale. Vento. Vento mare sale. Sale e risale un pensiero in un meriggio ventoso. Una barca galleggia. Una barchetta di carta si inzuppa. Il vento. La rotta non è ancora segnata.

Mare. Sale. Vento. Vento mare sale. Sale e risale un pensiero in un meriggio ventoso. Una barca galleggia. Una barchetta di carta si inzuppa. Il vento. La rotta non è ancora segnata. Risale. La barchetta si asciuga in un mare di sole. La barca si arena in un mare troppo basso. Risacca. Il sale corrode. Il sale conserva. Mare. E ancora mare. Un male senza vele, in una tempesta di sole.

Questa settimana i nostri allievi scelgono con cura le parole da usare…

Mani bianche, piccole e sottili. Così morbide e lisce che non ci puoi credere. Nodose, leggermente maculate. Scrivono la lista della spesa. Stringono un bastone. Sollevano pillole e bicchieri d’acqua… Ersilia Crisci ripercorre il tempo di un lungo amore.

Piove. Una rottura, dico davvero. Non posso andare al mare. Ora, se ve lo chiedete, no, non è estate. È dicembre, ma a me non importa. Io solitamente vado al mare anche quando nevica. E allora perché non vado al mare se piove e basta? Lea Torrisi riscrive con determinazione la storia di Colapesce.

Una cipolla è una cipolla. Acidula tonda, grande o piccola. Sugosa, asciutta. Dorata, rossa, bianca, marcia o in accrescimento. Di certo non è un libro, una vacanza o un programma televisivo. Non è una coperta, un gioiello e neanche una lampada. Giorgia Camboni sfoglia e ricompone una vita, come una cipolla.

Tutto iniziò quando scoprii il termine idroponico, fu proprio così. Un giorno eri seduto al solito posto in cucina con quegli occhiali da due euro appoggiati sulla punta del naso, ti ricordi? Stavi facendo quello stramaledetto cruciverba e hai balbettato una cosa del tipo: «Etodo di tivazione, ternativa, omestica» che subito tradussi in “metodo di coltivazione alternativa domestica”. Luciano Lo Casto coltiva sentimenti contrastanti per giungere a una nuova consapevolezza.

Ehi, amica mia! Volevo solo mandarti un audio veloce perché ho bisogno di parlare un po’. Veloce. Promesso. Stavo pensando… ma quanto è figo avere 20 anni? Paola Buono si diverte a scoprire e a rivelare l’assurdità della gioia che caratterizza i vent’anni.

© Testata giornalistica n. 99 registrata presso il Tribunale di Roma il 24/03/2005 – MagO’
Sede legale: Omero srl Largo della Gancia 5, 00195 Roma – CF. 06823371007

Ultime
Pubblicazioni

Sfoglia
MagO'