Condividi su facebook
Condividi su twitter

Storia di un ginocchio

di

Data

Mi piego e mi stendo. Mi piego e mi stendo. È sempre stata così la mia vita, una costante ripetizione. Mi piego. E mi stendo. Mi piace. Anche a lei piace. Non le piace stare troppo seduta.

Mi piego e mi stendo. Mi piego e mi stendo. È sempre stata così la mia vita, una costante ripetizione. Mi piego. E mi stendo. Mi piace. Anche a lei piace. Non le piace stare troppo seduta. Così scattati i dieci minuti lei si alza e io mio stendo, anche quando lavora al computer: con una mano lo regge da sotto e con l’altra ne puntella i tasti. Io nel frattempo mi piego e mi stendo. Poi torna alla sua scrivania, io mi piego e lei digita parole sullo schermo con entrambe le mani. Ci piace.
Anche adesso lo sto facendo: mi sto piegando e mi sto stendendo, anche se lei è seduta e  continua a scrivere con due mani.

Questa settimana i nostri allievi dispiegano sotto i nostri occhi le loro belle storie…

Stasera ho una cenetta carina con amici, preparo io. E ho deciso di non favorire più il consumo della plastica. Non mi resta che andare a fare la spesa… Raoul Vandenbulcke si aggira per un supermercato alla ricerca dei suoi ideali.

Eh sì, stavolta ci salgo su quell’aereo. Sì sì, senonché mi si para davanti proprio lei. Etciù!Marco Renda si presenta in aeroporto, planando comicamente sulla natura di un sentimento.

Qui tutto è crollato, ma ancora io no. E in questo tempo sospeso, sotto queste macerie, io sono con voi Claudia e Tommaso. Vi sto toccando. Riccardo Staroccia manda indietro il tempo e torna ad Amatrice.

Percorro con il dito i tasselli del mosaico mentre le immagini e i profumi della nostra vita insieme si susseguono nella mia mente. Ti cerco in ogni smussatura. Daria Ceccangeli ricostruisce una storia d’amore e dolore.

Questa tosse mi sta uccidendo, la vista è annebbiata, non sento bene. Ma mia moglie sta arrivando, so che sta arrivando. Maria Luisa La Rosa veste i panni di un uomo solo alle prese con un virus da sedare.

© Testata giornalistica n. 99 registrata presso il Tribunale di Roma il 24/03/2005 – MagO’
Sede legale: Omero srl Largo della Gancia 5, 00195 Roma – CF. 06823371007

Ultime
Pubblicazioni

Sfoglia
MagO'