Condividi su facebook
Condividi su twitter

Un bravo ragazzo

di

Data

Illustrazione di Agrin Amedì
Senti, ho bisogno di dirti una cosa che per me non è poi così semplice da dire. Cioè quello che intendo dire è che… Quando ci siamo conosciuti io volevo proprio stare con te ti ho corteggiata cercata messaggiata lusingata e mi sono persino fatto piacere quelle mostre d’arte che ti interessano così tanto ma che sinceramente mi annoiano a morte e…

Senti, ho bisogno di dirti una cosa che per me non è poi così semplice da dire. Cioè quello che intendo dire è che… Quando ci siamo conosciuti io volevo proprio stare con te ti ho corteggiata cercata messaggiata lusingata e mi sono persino fatto piacere quelle mostre d’arte che ti interessano così tanto ma che sinceramente mi annoiano a morte e… e… tu fai sempre quella smorfia quando cerco di dirti cosa non mi va bene ma tu lo sapevi chi ero quando ci siamo messi insieme cioè anche mia mamma me l’ha detto in effetti che se non va è giusto che finisca anche perché a trent’anni si iniziano a fare certi discorsi sul futuro che tu non hai mai voluto affrontare cioè io ti dicevo tutto quello che si dice a una ragazza a trent’anni e tu niente cioè quello che voglio dire non è che voglio dire che ti sto lasciando perché non è che sto sicuramente dicendo questo ma solo che ho bisogno di…. Lo vedi fai di nuovo quella faccia ma a me serve una pausa di riflessione perché non sono più sicuro di voler continuare la nostra storia e non te lo sto dicendo adesso in un pub al lume di candela perché sono un vigliacco che ha paura di confrontarsi da adulto perché lo so che tu stai pensando esattamente questo ma non è così te lo assicuro è solo che mi sembrava questo il momento giusto per dirtelo e prima di uscire ne ho parlato a lungo con mia madre che mi ha anche chiesto se fossi sicuro di prendere questa decisione perché una come te bella intelligente e di buona famiglia non se ne trovano in giro ma io infatti non è che ti sto lasciando non ne sono ancora sicuro perché se poi magari ci ripenso e mi rendo conto di essermi sbagliato io questo non posso prevederlo diciamo che ti sto chiedendo una pausa di riflessione e no non venirmi a dire che è una di quelle vigliaccate da film in cui io già sto con un’altra perché non è così ma non sono sicuro di voler continuare a stare con te cioè alla fine tu sei troppo sensibile ed è sempre stato un grosso problema cioè non che tu sia un problema ma il fatto che questi sentimenti diventino sempre giganteschi cioè dopo un po’… Ma non è che tu non vai bene eh però vedi quando andiamo in giro per strada gli uomini ti guardano e tu sei sempre vestita troppo bene e non c’è bisogno di vestirsi sempre così bene cioè non c’è bisogno che comunque poi spicchi e io non è che non spicco diciamo che io… poi no una cosa che non va bene è che hai un carattere che vuoi sempre decidere tutto tu cioè se sul dove andare io ti dico che per me è uguale te lo dico proprio perché lascio a te la possibilità di fare quello che vuoi e non è vero che se mi chiedi cosa voglio fare io o dove voglio andare non so che dirti… cioè sarà successo una volta diciamo due o tre va beh forse quat… Ma poi sai cosa non è neanche questo il punto e non alzare il sopracciglio come per sottindere che io non ti merito e non gonfiarti nemmeno gli occhi di lacrime perché… sì siamo in un pub ma non è perché io sia un vigliacco e che tu adesso mi dica ma eh Giacomo proprio in un pub dopo quasi cinque anni di relazione mi stai chiedendo questa cazzata della pausa di riflessione e io ti rispondo Carola che non c’è un’altra è inutile che fai la caccia alle streghe anche perché te l’ho già spiegato non ci stiamo lasciando ho bisogno di tempo per pensare e capire non lo so cioè… no non c’entra che quella ragazzina mi scriva lo so anche io che è facile da gestire non è una donna ma non è nessuno parliamo solo in palestra… però sai alle volte le ragazze giovanissime fanno sentire uomini perché comunque ai loro occhi… ma che ne so io mi baso sui racconti di un amico non è che la cosa mi inter…. e poi io il lavoro che ho a tempo indeterminato ben retribuito lo so che lo devo solo alla tua famiglia ma io cioè io sono bravo cioè mi hanno tenuto per le mie capacità sì sì sì io sono bravo cioè non c’entra niente che non ho un titolo di studio per lavorare lì perché cazzo io sono bravo me lo dice sempre mia madre che sono bravo so anche arrangiarmi con le pulizie a casa cioè sono adulto sono bravo e tu non puoi farmi sentire in colpa per il fatto che oltretutto ti sto lasciando perché io non ti sto lasciando è solo una pausa per capire e poi magari torno… perché ti stai alzando non fare la melodrammatica va beh ti seguo usciamo perché sono un uomo e dobbiamo finire di parlare in macchina…
Vedi ho messo il nuovo portachiavi blu della macchina che mi hai regalato tu hai visto che non sono uno stronzo io sono bravo ho la coscienza pulita non ho fatto niente di male ma non sono sicuro di voler continuare la storia con te te l’ho detto adesso ti riporto a casa e ci dobbiamo salutare e questa settimana rifletterò giuro e non ti scriverò no non dire così non ti sto lasciando è solo una pausa di riflessione magari serve anche a te per capi… sì invece può servire anche a te per capire se vuoi stare con me perché tutto questo lo sto facendo anche per te mi capisci per il tuo bene capisci e per questo non ti scrivo e stiamo staccati o forse ti scrivo se mi manchi perché magari mi rendo conto che sto sbagliando o forse no ecco adesso siamo sotto casa tua è meglio così e non piangere non c’è bisogno lo vedi che sei troppo emotiva è sempre stato il tuo problema fai come me cerca di vedere le cose con distacco d’altronde sono solo quasi cinque anni di relazione ed è solo una pausa di riflessione… Ciao.

Ultime
Pubblicazioni

Sfoglia
MagO'