Condividi su facebook
Condividi su twitter

Il caffettiere (Bialettus nevroticus)

di

Data

Il caffettiere è un curioso uccellino tipico dell’America Latina che vive in piccoli stormi in vicinanza delle piantagioni di caffè. Ha il corpo alquanto tozzo e una testa piatta da cui spunta un becco poco aguzzo.

Il caffettiere è un curioso uccellino tipico dell’America Latina che vive in piccoli stormi in vicinanza delle piantagioni di caffè. Ha il corpo alquanto tozzo e una testa piatta da cui spunta un becco poco aguzzo. Il piumaggio è argenteo, coronato da una crestina nera. Il caffettiere segue un ciclo alimentare ferreo: al mattino saltella e becchetta qua e là chicchi di caffè, che poi rumina a lungo. Col sopraggiungere delle ore più calde, svolazza – per quel poco che le alucce gli permettono – fino al fiume o al lago più vicino, dove con un passaggio radente carica lo stomaco d’acqua. Infine si va ad appollaiare su un pietrone infuocato dal sole e lascia ribollire nella sua pancia la mistura di acqua e caffè, fin quando questa non gli ritorna su con un caratteristico gorgoglìo. A causa della sua alimentazione è sempre molto nervoso, e sono frequenti i casi di nugoli di caffettieri che assaltano gli uomini. Per questo motivo è stata anche tentata la strada della mutazione genetica, creando in laboratorio il caffettiere-hag (Bialettus decaffeinatus), ma tutti gli esemplari sono stati presto sterminati dai caffettieri naturali.

Ultime
Pubblicazioni

Sfoglia
MagO'