Condividi su facebook
Condividi su twitter

Due corpi

di

Data

Due corpi si scrutano da lontano. Quando per la prima volta si sfiorano, lo fanno in silenzio, ma i loro cuori palpitano. Due corpi passeggiano per le strade del paese, tenendosi sottobraccio, per evitare le malelingue.

Questo racconto è stato scelto dalla Scuola Omero per partecipare alla fase finale del concorso Flash-fiction dell’EACWP, l’associazione europea tra le scuole di scrittura creativa.
Qui si possono leggere e votare tutti i racconti finalisti.

 

Due corpi si scrutano da lontano. Quando per la prima volta si sfiorano, lo fanno in silenzio, ma i loro cuori palpitano. Due corpi passeggiano per le strade del paese, tenendosi sottobraccio, per evitare le malelingue. Due corpi si esplorano solo dopo essere passati per l’altare. Due corpi si abbracciano tutti i giorni, combattono la noia e l’affievolirsi della passione. Due corpi si scambiano gli odori, dormono incastrati.
Due corpi lasciano passare gli anni, generano altri corpi, affrontano malattie che solo i corpi hanno. Due corpi non temono la morte, hanno fuso insieme le anime e ora, sono un corpo.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'