Condividi su facebook
Condividi su twitter

Acqua alta

di

Data

La ragazza aveva pianto tanto che l’acqua era diventata alta a Venezia e i turisti invece di entrare a San Marco erano in fila, ognuno portando secchi per svuotare la città dalle sue lacrime.

Questo racconto è stato scelto dalla Scuola Omero per partecipare alla fase finale del concorso Flash-fiction dell’EACWP, l’associazione europea tra le scuole di scrittura creativa.
Qui si possono leggere e votare tutti i racconti finalisti.

 

La ragazza aveva pianto tanto che l’acqua era diventata alta a Venezia e i turisti invece di entrare a San Marco erano in fila, ognuno portando secchi per svuotare la città dalle sue lacrime. Tutti passavano davanti alla ragazza inconsolabile e al suo cuore spezzato.
Chiuse la fila un ragazzo che teneva le lacrime con le sole mani.
– Sono tornato, piangevi così tanto.
A Venezia tornò il bello e l’oro, la folla per le calle, i piccioni grassi al sole beccavano il pane. La ragazza e il ragazzo insieme, nella loro gondola sott’acqua.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'