Condividi su facebook
Condividi su twitter

Antologia delle poestie. Puntata 25: Giovannino Giaguareschi

di

Data

Giovannino Giaguareschi (Giaguar Padanus) è stato giornalista e scrittore tra i più importanti del Bovecento. Felino di imponente stazza, spesso scherzava sul diminutivo che gli era toccato in sorte come nome,

Giovannino Giaguareschi (Giaguar Padanus) è stato giornalista e scrittore tra i più importanti del Bovecento. Felino di imponente stazza, spesso scherzava sul diminutivo che gli era toccato in sorte come nome, dovuto al fatto che avendo sempre preferito il culatello alle solite prede e il gusto dolce e frizzante del lambrusco a quello caldo e ferroso del sangue, da cucciolo nessuno pensava che avrebbe avuto vita lunga. Invece il Giaguareschi l’agilità felina la dimostrò da adulto con ruggiti satirici e balzi di puro umorismo. Alle sterminate e fitte foreste amazzoniche preferì le rade pianure della Bassa, un Piccolo Mondo che è riuscito a rendere universale grazie ai due personaggi di Don Cammello e Pescione: il prete partigiano e antifascista, con un Crocifisso parlante in una gobba ed i suoi piedi taglia 45 nell’altra, e il sindaco comunista di Brescello, un pesce pallone un po’ gonfiato, strafottente e simpaticamente petulante, ma sostanzialmente buono, entrambi idealmente paradigmatici della realtà rurale dell’Italia del secondo Sottoterra, dove le grandi ideologie politiche muovono solo i contorni della storia perchè al suo interno il valore di un uomo si misura ancora con la bontà d’animo.

 

___
Leggi le puntate precedenti

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'