Condividi su facebook
Condividi su twitter

Nuovo trittico

di

Data

Che noia ammazzare sempre il caffè, pensò l’amaro, appena ingerito dal signore in quel ristorante. Vado al sesto piano dallo scrittore o al secondo dal cantautore?

Che noia ammazzare sempre il caffè, pensò l’amaro, appena ingerito dal signore in quel ristorante.

Vado al sesto piano dallo scrittore o al secondo dal cantautore?, si domandò l’ispirazione. Dal cantautore, decise alla fine, meno scale da fare.

Sì sì prendetemi pure in giro e chiamatemi nasone, ma resta il fatto che davanti a me sarete sempre costretti a inchinarvi per bere, pensò la fontanella di quel viale.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'