Condividi su facebook
Condividi su twitter

Perché leggo?

di

Data

Leggo per salvarmi ogni giorno dalle miserie dell’esistenza

Leggo per divertirmi, dal latino divergere, quindi per vertere, uscire, dalla mia vita. In questo modo posso vivere per un tempo indefinito in un’altra realtà, un mondo perfetto, non giusto, non positivo, ma perfetto dove – se il libro è buono, – ogni cosa sta al suo posto. Dove il caos è bandito o se c’è fa parte del tutto, è il tutto.
Inoltre la lettura mi consente di aprire una porta sulla realtà da un piano privilegiato, da una camera nascosta, con una lente che mostra la verità per mezzo della finzione.
Non importa il genere, l’horror mi ha spiegato l’amore, la fantascienza il vivere quotidiano, il thriller la calma e un racconto per bambini lo spietato mondo del potere.
Leggo per salvarmi ogni giorno dalle miserie dell’esistenza. Infine leggo per scrivere, per imparare, per capire cosa c’è dietro un buon testo, una buona descrizione, un buon dialogo.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'