Condividi su facebook
Condividi su twitter

Antologia delle Poestie. Puntata 3: il Petralpaca

di

Data

Degno di altissima considerazione è il Petralpaca (pecoris stil-novus), un lama fossile, con il vello ormai pietrificato, il quale stufo, dopo secoli, di continuare a essere rasato per produrre lana, è riuscito a tramutare la cheratina in carbonato di calcio.

Degno di altissima considerazione è il Petralpaca (pecoris stil-novus), un lama fossile, con il vello ormai pietrificato, il quale stufo, dopo secoli, di continuare a essere rasato per produrre lana, è riuscito a tramutare la cheratina in carbonato di calcio. Non dimentico tuttavia del dolore, della tristezza e della vergogna provati in passato per colpa dell’imposta nudità o di imbarazzanti acconciature subite con le continue tosature, ha composto una raccolta di sonetti intitolata Odi al Parrucchiere.
Anche in questo caso l’intero universo peloso sa verseggiarne a memoria il celebre e struggente inizio.

Voi, che rasate per lane sparse il pelo,
per quei maglioni ond’io nutriva il filo
mostrando ignudo al mondo il mio profilo
compiendo il mio dover seppure al gelo.
Del vario stile ch’io indosso ormai prono
fra le varie acconciate e il van dolore
che imposto m’ha, per moda, il tosatore
spero trovar pietà nonché perdono.
Ma ben vedo ormai come al gregge tutto
sì buffo fui nel tempo, onde sovente
di me medesmo meco mi vergogno;
d’ogni rasatura vergogna è ‘l frutto
e ‘l pentirsi, e ‘l sapere chiaramente
che quanto scalda il mondo è breve sogno.

 

___
Leggi le puntate precedenti

 

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'