Condividi su facebook
Condividi su twitter

Attrazione fatale

di

Data

E dopo buoni dieci minuti di accattivanti, reciproci sguardi, fu la donna a decidersi di avvicinarsi all’uomo, seduto dall’altra parte del bancone del bar. – Te lo dico diretto. Mi fai proprio tanto sangue – esordì lei.

E dopo buoni dieci minuti di accattivanti, reciproci sguardi, fu la donna a decidersi di avvicinarsi all’uomo, seduto dall’altra parte del bancone del bar.
– Te lo dico diretto. Mi fai proprio tanto sangue – esordì lei.
– Anche tu – rispose lui.
– Da me? – propose lei.
– Va bene – accettò lui.
– Carla – si presentò lei.
– Giorgio – mentì lui, Dracula.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'