Condividi su facebook
Condividi su twitter

Lo sai che dice Tom Waits?

di

Data

Cosa aspetto a cambiare il finale di questa storiella? Il momento giusto!
Sì, questo è il posto e il momento giusto per suonare.

Ore 19.00. Sto percorrendo una piccola e deserta via a senso unico nei pressi del quartiere Prati, quando in corrispondenza delle strisce pedonali mi fermo. Sul marciapiede, pronto per attraversare, c’è un ragazzo. Sui trenta, alto, magro, capelli ricci, una giacca di pelle nera e una custodia di chitarra stretta nella mano. Gli faccio un cenno, ma lui non si muove. Resta fermo e mi guarda. Poi, serio, mi fa:

– Lo sai che dice Tom Waits?

– Che dice?

– Dice che c’è un momento giusto per fare ogni cosa. Ecco, io credo che non sia il momento giusto per attraversare la strada. O meglio, sto riflettendo per decidere appunto se sia il momento giusto per attraversare la strada oppure salire sul marciapiede, tirare fuori la chitarra e mettermi a suonare qui.

Non ho tempo di dire nient’altro. Dietro di me si è appena materializzata un’altra auto, che a suon di nervosi clacson mi sollecita a ripartire. Parto, ma prima di abbandonare la via faccio comunque in tempo a vedere che decisione prende il giovane chitarrista. Volete sapere qual è? Volete sapere se ha attraversato la strada o se è salito sul marciapiede e si è messo a suonare? Volete saperlo? E io non ve lo dico! Sento che non è il momento giusto!

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'