Spring Awakening, dalla penna di Frank Wedekind al musical di Emanuele Gamba

di

Data

La compagnia Todomodo Music-All, grazie al regista Emanuele Gamba, porta per la prima volta sui palcoscenici italiani il musical Spring Awakening.

La compagnia Todomodo Music-All, grazie al regista Emanuele Gamba, porta per la prima volta sui palcoscenici italiani il musical Spring Awakening. ‘Risveglio di primavera – Una tragedia di fanciulli’, è un lavoro teatrale del drammaturgo tedesco Frank Wedekind. L’opera, scritta nel 1891, a causa dei temi trattati, sessualità, aborto, abuso sui minori, omosessualità, fu definita un’arte degenerata, pornografica, e soltanto dopo molti tagli e molte censure poté essere messa in scena. Nel 2007 due americani, lo scrittore Steven Slater e il cantante rock Duncan Sheik, decisero di fare dell’opera una versione musical. Emanuele Gamba, ispirandosi proprio al musical americano, dirige un cast di undici giovani artisti puntando l’attenzione sul loro rapporto con la società, la scuola, la famiglia e la religione. Spring Awakening alterna parte in prosa a parte cantata. Quando uno dei protagonisti deve dire ciò che pensa ricorre al canto, rivelando la propria inquietudine interiore.
Uno dei protagonisti è Gabor, personaggio anticonformista, che, più si fa domande su ciò che vede a scuola, più si documenta, e più si convince della possibile esistenza di qualcosa che vada oltre l’incasellamento voluto dalla società. Gli adulti non forniscono le risposte adeguate a ciò che i figli domandano e, allo stesso tempo, si comportano in maniera violenta nei confronti dei ragazzi che sono costretti a subire i loro abusi. È questo il caso di Ilse e Martha. Però, mentre Ilse trova la forza di denunciare le violenze subite, Martha preferisce tacere, teme che la sua famiglia possa cacciarla di casa e così si confida solo con le amiche. E se c’è chi ha la forza di denunciare gli abusi subiti c’è anche chi trova il coraggio di dichiararsi omosessuale, è il caso di Hanschen. Al contrario, Ernst, innamorato di Hanschen, preferisce nascondere la propria omosessualità.
“Spesso – dichiara Pietro Contorno – quando si parla di ragazzi si parla come di un unicum, mentre in realtà quello della gioventù è un mondo composito, uno stato aperto e molto differenziato. Per questo in Spring Awakening si cerca di dare spessore a tutti i giovani protagonisti”. Prosegue Contorno: “È lo spettacolo giusto al momento giusto. Che chiede finalmente l’abbattimento del muro dell’omertà. Chiunque, per esempio, dovrebbe poter dichiarare la propria omosessualità senza temere ripercussioni”. Eppure, ancora oggi, le nuove generazioni vengono schiacciate e soffocante dalla stupida ottusità di una cultura dominante che viene loro imposta e non spiegata.

La tournée ufficiale è iniziata a Livorno, Teatro Goldoni, il 23 Ottobre 2013 con la regia di Emanuele Gamba e la direzione musicale di Stefano Brondi, e proseguirà fino a maggio 2014.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'