Condividi su facebook
Condividi su twitter

Lettera al direttore: posso parlare di lasagne e non solo

di

Data

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la candidatura di Federica, studente al quarto anno del Liceo Classico Quarenghi di Subiaco.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la candidatura di Federica, studente al quarto anno del Liceo Classico Quarenghi di Subiaco.

Insigne Direttrice oggi sono venuta a conoscenza della sua ricerca di giovani talenti. Tra i temi da Lei proposti uno che me ne è saltato agli occhi è quello culinario. Le posso confermare  che se questo concetto lo potessi sviluppare io potrei farle avere successo.

È sin da bambina che girovago per cucine di ristoranti e che maneggio pentole dedicando interi pomeriggi a sperimentare ricette che mi balzano agli occhi. Oggi nell’immaginario degli adolescenti si fa strada prepotentemente una nuova professione: quella del cuoco. Infatti si stanno ripopolando le scuole alberghiere. Saranno forse il fascino dei format televisivi master chef, cuochi e fiamme, ricette di benedetta e la prova del cuoco, cucine da incubo ad affascinare questi ragazzi? O le ricette gustose? Il desiderio di coltivare questa aspirazione è ben accolto dai genitori tanto che alcuni degli adolescenti interessati alla culinaria provengono da famiglie che gestiscono strutture gastronomiche. Anche io come le citavo, prima di sedermi dietro questa scrivania, riuscivo ad avere piccoli risparmi esercitando la professione di cameriera nel ristorante di mia madre. Questo durante la mia crescita mi svelava tutti quei segreti per preparare piatti appetitosi così da farmene un bagaglio culturale.

Per tali motivi, Signora Direttrice, le posso confermare che non c’è altra persona che possa trattare meglio di me questo settore.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'