Condividi su facebook
Condividi su twitter

70° Anniversario dello Sbarco di Anzio

di

Data

Passeggiando per le strade di Anzio la scorsa settimana ci siamo imbattuti nella ricorrenza del settantesimo anniversario dello sbarco. La spiaggia sembrava una grande scenografia all’aperto, pronta per essere filmata e fotografata da turisti curiosi e dagli spettatori ignari.
Un grande film girato questo fine settimana nella spiaggia tra Anzio e Nettuno senza cineprese ne’ operatori.
Gli unici ignari di quello che stava accadendo erano i gabbiani che impossessatisi delle barche nel porto,
si sfidavano per un tocco di pane secco rubato a qualche pescatore.
Ma torniamo all’evento, anche quest’anno la ricorrenza dello sbarco si è fatta sentire nel rivivere con comparse mezzi e attrezzature dell’epoca,
la grande battaglia che si tenne su gran parte della costa laziale sud.
Infatti lo sbarco avvenne tra torre Astura e Tor San Lorenzo, passando appunto per Nettuno, Lavinio, Tor Caldara etc etc.
© Alessandro Torrelli
Ogni anno allo scadere della ricorrenza, i comuni di Anzio e Nettuno (al tempo erano uniti sotto il nome di Nettunia),
si danno battaglia, questa volta forse anche legalmente, per accaparrarsi il titolo dello sbarco.
Nettuno asserisce che gli alleati misero piede prima nel suo territorio,
in realtà gli alleati sbarcarono contemporaneamente su tutta la zona sopradescritta,
ma i mezzi più pesanti portati dalle navi e quindi il grosso delle truppe e degli ufficiali (compreso Robert Capa),
scesero appunto tra il porto e la riviera levante di Anzio.
Accurata la scelta dei personaggi, diciamo che le facce d’angelo si sono riservate le divise dei liberatori, mentre i duri degli occupanti.
Qui un vero veterano.
E un cane annoiato col suo piccolo alleato.
Come la storia ci insegna, le guerre terminano tutte allo stesso modo.

Portfolio

© Alessandro Torrelli
© Alessandro Torrelli
© Alessandro Torrelli
© Alessandro Torrelli
© Alessandro Torrelli
© Alessandro Torrelli

Alla prossima, magari dopo aver incontrato Roger Waters che presto sarà ad Aprilia e ad Anzio per ricevere la cittadinanza onoraria a causa delle gesta del padre eroe mai conosciuto.

Ultime
Pubblicazioni

Sfoglia
MagO'