‘Na passata veloce de rossetto

di

Data

Piazza dei Navigatori. Ore 18.00. Sto in fila ad aspettare il mio turno, quando fuori dal finestrino si materializza di colpo il volto di una ragazza.

Piazza dei Navigatori.

Ore 18.00.

Sto in fila ad aspettare il mio turno, quando fuori dal finestrino si materializza di colpo il volto di una ragazza.

Ha i lineamenti forti e marcati, ed è abbronzata di lampade. La ragazza, senza curarsi della mia presenza in auto, si avvicina allo specchietto laterale, prende dalla borsetta un rossetto e inizia a passarselo sulle labbra. Tiro giù il finestrino.

– Che dici ce lo mettiamo anche un po’ di mascara sugli occhi? – ironizzo.

– No no – mi risponde lei, tranquilla – giusto ‘na passata veloce veloce de rossetto e basta.

Poi si toglie le eccedenze del trucco dagli angoli della bocca e se ne va, non prima però di avermi salutato con un bacio. Un bacio tirato, naturalmente.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'