Condividi su facebook
Condividi su twitter

La donna perfetta

di

Data

Scoraggiarsi dopo la fine di una relazione è normale, così come pensare che la donna giusta, l’anima gemella, l’altra metà della mela non esista.

Scoraggiarsi dopo la fine di una relazione è normale, così come pensare che la donna giusta, l’anima gemella, l’altra metà della mela non esista. Ma se la maggior parte degli uomini di ogni tempo e luogo si rimette in cerca, sperando in un futuro migliore, c’è chi preferisce affrontare la situazione con metodico rigore e di creare la tanto agognata donna perfetta. Non è la trama di un libro di fantascienza, ma la storia vera di Thomas Day, un gentiluomo del 1700 che, dopo l’ennesima delusione sentimentale, decise di fare un esperimento: ispirato dalle idee di Rousseau, tentò di crescere un’orfana e di trasformarla nella donna ideale. “How to create the perfect wife” di Wendy Moore è la cronaca del sogno (fallito) di un uomo: perché se in teoria costruirsi una moglie sembra un’idea geniale, in pratica, educare una ragazzina alle arti domestiche può rivelarsi un’impresa frustrante. Così frustrante da far capire anche al più ottuso degli uomini che la donna ideale non esiste e che alcune cose non sono governabili, neppure attraverso il lume della ragione, e con buona pace di Rousseau. Ma se Thomas Day si è dovuto arrendere, il mito della perfetta casalinga, della moglie brava e premurosa ha continuato a dilagare fino ai giorni nostri, tanto da cambiare valori e abitudini. “Homeward Bound: Why Women Are Embracing the New Domesticity” di Emily Matchar spiega come mai milioni di donne in tutto il mondo hanno riscoperto la gioia dei lavori domestici: dalla cucina, alla maglia, fino ad arrivare al bricolage, le nuove generazioni hanno rispolverato le tradizioni delle nonne, a volte trasformandole in veri e propri business. E se fino a qualche anno fa il modello imperante della donna in carriera, restia alla cura della casa, imponeva i suoi ritmi, oggi ritorna in auge il mito della casalinga perfetta. Perché, in fondo,  i veri miti non tramontano mai.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'