Condividi su facebook
Condividi su twitter

Grassa di parole

di

Data

Davanti allo specchio mi vedo grassa di parole non scritte. Resto a dieta per mesi, ho poco tempo. Intanto continuo a lievitare di scritture inespresse, sono gravida.

 

Davanti allo specchio mi vedo grassa di parole non scritte.

Resto a dieta per mesi, ho poco tempo. Intanto continuo a lievitare di scritture inespresse, sono gravida.

Le parole montano dentro di me legandosi in pensieri, premono con forza per uscire all’esterno finché non arriva l’onda lunga, il mio travaglio di parto.

La pressione si fa forte, continua, ossessiva.

Le storie accumulate all’interno spingono forte per venire alla luce. Infine qualche parola trova il canale giusto. Le altre la seguono a ruota.

Ecco perché scrivo. La scrittura è il mio respiro vitale.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'