Condividi su facebook
Condividi su twitter

La carta è un amico

di

Data

Scrivo perché un foglio bianco è apertura totale, disponibilità assoluta, accettazione senza riserve, perché la carta è un amico, un confidente, un compagno di viaggio, anche un terapeuta

Scrivo perché un foglio bianco è apertura totale, disponibilità assoluta, accettazione senza riserve, perché la carta è un amico, un confidente, un compagno di viaggio, anche un terapeuta, perché la vita spesso gira pagina ed è stimolante ricominciare di fronte a un foglio vuoto, perché scrivere mi emoziona ed è necessario e vitale come respirare, perché è divertimento, sfida e onnipotente possibilità di creare mondi, immagini, vite, personaggi che mi ricordano che la parola, che amo come poche cose al mondo, è sacra e che forse è proprio vero, a dispetto di qualsiasi religione non si appartenga, che “in principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio, e il verbo era Dio”.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'