Condividi su facebook
Condividi su twitter

Il castorto

di

Data

Non può non parartisi davanti, anzi di lato, un castorto. Ha due occhi uno più basso e uno più alto, due orecchi, uno a destra e uno al centro, quattro zampe, una per punto cardinale.

Non può non parartisi davanti, anzi di lato, un castorto. Ha due occhi uno più basso e uno più alto, due orecchi, uno a destra e uno al centro, quattro zampe, una per punto cardinale. Il pelo è folto in alcune zone del corpo raso in altre ed è completamente glabro in altre ancora. Abita i corsi d’acqua nei pressi dei quali raccoglie rami, foglie e detriti che ammonticchia in una sorta di diga del tutto inutile perché non raggiunge mai la riva opposta. A volte però incrocia un’altra costruzione sconclusionata con sopra un altro castorto impegnato nella medesima operazione. Se il castorto è di sesso opposto e se i due riescono a trovare le rispettive gonadi si accoppiano. Più spesso si fanno male.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'