Condividi su facebook
Condividi su twitter

Il documentario: Darwin. Viaggio alla fine del mondo.

di

Data

Death Valley, California: tra le dune e le rocce più suggestive d’America, 35 persone vivono isolate dalla società, in una piccola comunità autogestita, senza governo, chiese, scuole, lavoro e tantomeno bambini.

Death Valley, California: tra le dune e le rocce più suggestive d’America, 35 persone vivono isolate dalla società, in una piccola comunità autogestita, senza governo, chiese, scuole, lavoro e tantomeno bambini. Darwin è ufficialmente una città fantasma, senza futuro né sviluppo. Ma per i suoi abitanti è l’unico posto dove vivere e tanto basta per difenderlo ad ogni costo: ai confini del mondo, nella valle della morte il governo americano testa armi militari, che mettono in pericolo la vita stessa della comunità.

Ma nessuno sembra preoccuparsi del destino di questi outsiders, decisi a vivere in un posto dimenticato da dio. Nessuno a parte il regista Nick Brandestini che ha deciso di raccontare nel film documentario “Darwin” la storia dei suoi abitanti. Persone che si sono trovate lì per caso, estraniate dal mondo vero, incomprese dalla società, hanno costruito in quell’angolo di terra e deserto la loro casa. Monty, il vecchio minatore che abita lì dagli anni ’50, Susan, l’idealista sconfitta e pungente, Ryal in cerca di amore, Hank e Connie, in cerca di un futuro: eccoli gli abitanti di Darwin, cresciuti all’ombra della vita reale,  aspettando risposte a domande che solo il deserto ha saputo comprendere. Tanto basta per rendere Darwin un posto unico, dove le persone sono state accolte nel bene e nel male, senza dover dare a nessuno spiegazioni o giustificazioni. Ognuno è arrivato alla fine del mondo per un motivo, per uno scherzo del destino, per un errore del passato, un passato lontanissimo da quell’angolo di terra e cancellato velocemente dalle dune del deserto. Darwin offre un’opportunità irripetibile, quella di essere se stessi: questo è ciò che rende una sperduta cittadina a metà strada tra la vita vera e la valle della morte, così preziosa.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'