Condividi su facebook
Condividi su twitter

Omero su Linus

di

Data

Anche quest’anno la rivista "Linus" dedica uno spazio ai laboratori di scrittura.

Anche quest’anno la rivista “Linus” dedica uno spazio ai laboratori di scrittura. Nel numero di agosto 2010 attualmente in edicola potete trovare quattro pagine riccamente illustrate con all’interno due racconti della nostra Rosamaria Vaccaro allieva del terzo livello di narrativa e prolifica autrice del blog del fantareale. Già qualche tempo fa “Linus” aveva pubblicato i racconti di Luigi Annibaldi che avevano avuto molti appassionati lettori. Quest’anno la pubblicazione di Rosamaria ci fa particolarmente piacere perché avviene durante la celebrazione dei 60 anni dalla nascita dei Peanuts, gli straordinari personaggi inventati da Charles Shultz che, tra Charlie Brown, il bracchetto Snoopy, l’uccellino Woodstock e tutti gli altri, inserì un tenero ragazzino che non poteva vivere senza la sua coperta: appunto Linus.

Ma di cosa parlano i racconti di Rosamaria?

I propri cari estinti trasformati in lillipuziani che camminano indifferenti sulla nostra mano sinistra. Cosa vogliono da noi? Perché non parlano? Invece c’è chi parla e pure tanto, come Olga, la ragazza

anoressica che al liceo ci faceva impressione per la sua magrezza e che ora si muove sculettando minuscola sulla nostra mano e ci parla per ore di quanto è bello essere morti e leggeri. Ma i problemi non finiscono solo sulle nostre mani. Il lavandino del bagno infatti è in agguato per divorare ogni parte del nostro corpo e forse della nostra anima. Ci salverà lo psicologo della mutua? Sono temi assurdi, surreali, fuori dal mondo? No, al massimo fantareali. E quindi estremamente verosimili e toccanti, raccontati con grande carica vitale e senso dell’avventura.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'